Archivio per Agrigento

Alfio Antico, i suoi tamburi e tamburelli ed il presepe artistico al giardino della Kolymbetra di Agrigento

Posted in Europa, Italia, Musica folk with tags , , , , , , , , , , , , on settembre 18, 2014 by Calogero Mira

Premesso che potete leggere di più qui, vi piacciono Silenzio d’amuri con L’Arpeggiata, Di cu sugnu, Semu suli semu tuttu o Facciuzza di melagrana con Sophia Mavrogenidou? Siete stati al concerto di FestambienteSud Winter o al concertone del Primo Maggio in cui ha suonato con i Lautari e Peppe Voltarelli, ex Parto delle Nuvole Pesanti?

Forse leggermente simili in questa lista i Baternù con il loro tributo a Ciccio Busacca. E ci sono anche i catanesi Ipercussonici ed uan versione di un altro gruppo di un successo del siracusano (se non mi sbaglio) Roy Paci insieme agli Aretuska. Ma anche i fratelli Enzo e Lorenzo Mancuso ed i classici di Rosa Balistreri.

Annunci

Rosa Balistreri? «Tammurriata nera»? Mezzanotte con la tarantella e la taranta dei Murra

Posted in del mondo e popolare, Europa, Italia, Musica folk, Radio - anche in rete - e Webster.it with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , on settembre 8, 2014 by Calogero Mira

Che meraviglia ascoltare la taranta e le tarantelle dei Murra o rielaborate da loro (qui qualcosa di più).  E non soltanto queste, ma, più in generale, la loro musica popolare. Mi sembrava di essere alla Notte della taranta in Salento…

Un concerto con balli a piedi nudi vicino alla chiesa dell’Immacolata di Agrigento con «Quannu sinni va» , «Ѐ taranta», «Questioni meridionali», «’A terra mia», «Musica è» e «Terra di nessuno». Lu focu, lu suli, lu mari e Chista è ‘a terra mia, come potete sentire nel video, un accenno di rap dal minuto due, la felicità dei bimbi e delle bimbe che non volevano andare via e… vai con i girotondi, un tempo politicamente di moda.

E… cominciamo con Rosa Balistreri, «Cu ti lu dissi».

Bello il verso lu cori mi scricchia a picca a picca a picca a picca e forse so cosa significa scricchiari nel testo di questa canzone. Per i musicisti: ha un tempo di valzer all’inizio? Difficili gli accordi? E che tacco per una ballerina.

Nel concertino – e c’è tutto in uno dei video qui sopra – anche la tradizione della musica popolare campana, «Tammurriata nera». Molto napoletano e campano il ballo al minuto dieci? E vi piace di più questa versione o quelle della Nuova Compagnia di Canto Popolare, di Roberto Murolo, di Renato Carosone, Peppe Barra e Teresa De Sio?

Infine una «Tarantella» di Athanasius Kircher del Seicento secondo questo gruppo di Caltanissetta. Cosa ne pensate di queste danze siciliane e del Sud dell’Italia? Ah, dimenticavo: il video è stato girato vicino al Mojo ed al Pani’N Plaza di Agrigento, in piazza San Francesco. I musicisti e cantanti si chiamano Raffaele Messina (chitarra, chitarra battente e voce solista), Fabio Messina (violino, mandolino, mandoloncello, oud e bouzuki), Josephine Giadone (voce e percussioni), Valentina Romano (voce), Giuseppe Zuccarello (tamburelli, percussioni e violino) e Mario Spalletta (basso). Meglio questa serata o Ballando con le stelle di Rai1? Ed avete visto o ascoltato la Notte della taranta su Rai5 o su Radio3 Rai?

L’America dei Negrita eredita da Gianna Nannini? «Diavolo in me» e le gite della scuola media

Posted in Cantautrici, Europa, Italia, Pop, Rock e swing, Toscana with tags , , , , , , , , , on settembre 4, 2014 by Calogero Mira

Fammi l’amore recita il testo di America della senese Gianna Nannini. E mi ricorda – me ne sono accorto soltanto a questa Notte bianca del centro storico di Agrigento – Sex dei Negrita, anche loro toscani, di Arezzo. E questo testo anche qui.

 

 E altro che l’America…

altro che la musica…

quando sei selvatica…
altro che l’America
che l’America!

 

canta Paolo Pau Negri dei Negrita, mentre la Nannini diceva:

 

 Fammi sognare

lei si morde la bocca
e si sente l’America
Fammi volare,
lui allunga la mano
e si tocca l’America
Fammi l’amore,
forte, sempre più forte
come fosse l’America
Fammi l’amore,
forte, sempre più forte
ed io sono l’America

La differenza nel racconto sta nel contesto: passare dal sesso a fare l’amore nella prima e per oggi sto con me, mi basto nella seconda o, altrimenti scritto, autoerotismo e masturbazione.

E ritenete che Le strade delle signore sono infinite, lo sai, come scrive Zucchero Sugar – Adelmo Fornaciari?

 

Gloria nell’alto dei cieli

ma non c’è pace quaggiù

è una questione di peli

sei proprio un angelo tu che…

accendi un Diavolo in me
Si continua, dunque, con l’ambiguità voluta fra religioso e sessualità che mi ricorda le gite scolastiche di scuola media – anni fra l’Ottantasette e l’Ottantanove – in cui il cantante toscano andava molto forte.
Quanto alla musica, non mi piace molto quella della prima, comunque un successo rock, e mi piace moltissimo quella della seconda.
Infine, per i musicanti-viaggiatori, sappiate che ciò che si vede alla fine di questi video è il Duomo di Agrigento.

Rino Gaetano, Modugno e Buscaglione

Posted in Europa, Italia, Pop with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , on settembre 1, 2014 by Calogero Mira

Cominciamo con «Gianna» di Rino Gaetano, «Nel blu dipinto di blu» di Domenico Modugno e «Buona sera signorina» di Fred Buscaglione secondo gli Oblio alla Notte bianca del centro storico, ad Agrigento (qui con molto altro).

Il testo di Gianna è un capolavoro della sensualità (La gente si sveste e comincia un mondo / un mondo diverso, ma fatto di sesso). E la Napoli citata in Buonasera signorina mi ricorda che devo pubblicare sul mio blog CMViaggi un testo sulla Campania nell’Odissea di Omero a proposito di un documentario visto al Festival del cinema archeologico di Agrigento.

Quanto alla musica è scanzonatissima la melodia di Rino Gaetano, sali-e-scendi delle note nel classico di Modugno e molto veloce la Signorina di Buscaglione.

Spero, infine, di scrivervi sulla puntata di La storia siamo noi di Giovanni Minoli, Rai3, su Rino Gaetano.

L’amore, gli uomini soli e un’altra storia che ci lascia. «In questa terra di passanti» «L’ubriaco» degli Swingrowers

Posted in Europa, Italia, Rock e swing with tags , , , , , , , , , , on agosto 7, 2014 by Calogero Mira

Il testo della canzone d’amore di questo gruppo palermitano qui.

In bocca al lupo al deejay Roberto Costa (PiSk), alla cantante Loredana Grimaudo ed alla chitarra manouche di Alessio Costagliola.

E, se avete voglia di una bevanda fresca, eccovi il cocktail con sciroppo d’arancia e gelato fiordilatte.

«Toda joia toda beleza» di Roy Paci & Aretuska secondo i Siciliano Sono

Posted in del mondo e popolare, Europa, Italia with tags , , , , , , , , on agosto 6, 2014 by Calogero Mira

Video.

Mercoledì sei agosto ’14

«On the Road Again» di Ipercussonici. Acqua – finalmente – pubblica in Italia e Sicilia?

Posted in del mondo e popolare, Europa, Italia with tags , , , , , , , , on agosto 4, 2014 by Calogero Mira

Acqua pubblica in Italia e in Sicilia? Ne scrivo qui.

<br /><a href=”http://www.dailymotion.com/video/x12wwok_on-the-road-again-di-ipercussonici-dal-vivo-nel-sud-della-sicilia_music&#8221; target=”_blank”>&laquo;On the Road Again&raquo; di Ipercussonici dal vivo…</a> <i>di <a href=”http://www.dailymotion.com/CalogeroM&#8221; target=”_blank”>CalogeroM</a></i>

In bocca al lupo a Carlo Condarelli, con le sue percussioni; a Luca Recupero, che qui dovrebbe suonare una sorta di sintetizzatore; ad Alice Ferrara; a Marcello Ballardini, anche se qui non sembra si senti il didjeridoo, ed al basso elettrico di Michele Musarra.

<!– Place this tag in your head or just before your close body tag. –>
<script type=”text/javascript” src=”https://apis.google.com/js/plusone.js”></script&gt;

<!– Place this tag where you want the widget to render. –>
<div class=”g-post” data-href=”https://plus.google.com/116857917105354038088/posts/hRUAbayWDvV”></div&gt;

Ascolto serale davanti ad un cocktail allo sciroppo d’arancia e gelato al fiordilatte, no?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: