Archive for the Musica folk Category

Alfio Antico, i suoi tamburi e tamburelli ed il presepe artistico al giardino della Kolymbetra di Agrigento

Posted in Europa, Italia, Musica folk with tags , , , , , , , , , , , , on settembre 18, 2014 by Calogero Mira

Premesso che potete leggere di più qui, vi piacciono Silenzio d’amuri con L’Arpeggiata, Di cu sugnu, Semu suli semu tuttu o Facciuzza di melagrana con Sophia Mavrogenidou? Siete stati al concerto di FestambienteSud Winter o al concertone del Primo Maggio in cui ha suonato con i Lautari e Peppe Voltarelli, ex Parto delle Nuvole Pesanti?

Forse leggermente simili in questa lista i Baternù con il loro tributo a Ciccio Busacca. E ci sono anche i catanesi Ipercussonici ed uan versione di un altro gruppo di un successo del siracusano (se non mi sbaglio) Roy Paci insieme agli Aretuska. Ma anche i fratelli Enzo e Lorenzo Mancuso ed i classici di Rosa Balistreri.

Annunci

Rosa Balistreri? «Tammurriata nera»? Mezzanotte con la tarantella e la taranta dei Murra

Posted in del mondo e popolare, Europa, Italia, Musica folk, Radio - anche in rete - e Webster.it with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , on settembre 8, 2014 by Calogero Mira

Che meraviglia ascoltare la taranta e le tarantelle dei Murra o rielaborate da loro (qui qualcosa di più).  E non soltanto queste, ma, più in generale, la loro musica popolare. Mi sembrava di essere alla Notte della taranta in Salento…

Un concerto con balli a piedi nudi vicino alla chiesa dell’Immacolata di Agrigento con «Quannu sinni va» , «Ѐ taranta», «Questioni meridionali», «’A terra mia», «Musica è» e «Terra di nessuno». Lu focu, lu suli, lu mari e Chista è ‘a terra mia, come potete sentire nel video, un accenno di rap dal minuto due, la felicità dei bimbi e delle bimbe che non volevano andare via e… vai con i girotondi, un tempo politicamente di moda.

E… cominciamo con Rosa Balistreri, «Cu ti lu dissi».

Bello il verso lu cori mi scricchia a picca a picca a picca a picca e forse so cosa significa scricchiari nel testo di questa canzone. Per i musicisti: ha un tempo di valzer all’inizio? Difficili gli accordi? E che tacco per una ballerina.

Nel concertino – e c’è tutto in uno dei video qui sopra – anche la tradizione della musica popolare campana, «Tammurriata nera». Molto napoletano e campano il ballo al minuto dieci? E vi piace di più questa versione o quelle della Nuova Compagnia di Canto Popolare, di Roberto Murolo, di Renato Carosone, Peppe Barra e Teresa De Sio?

Infine una «Tarantella» di Athanasius Kircher del Seicento secondo questo gruppo di Caltanissetta. Cosa ne pensate di queste danze siciliane e del Sud dell’Italia? Ah, dimenticavo: il video è stato girato vicino al Mojo ed al Pani’N Plaza di Agrigento, in piazza San Francesco. I musicisti e cantanti si chiamano Raffaele Messina (chitarra, chitarra battente e voce solista), Fabio Messina (violino, mandolino, mandoloncello, oud e bouzuki), Josephine Giadone (voce e percussioni), Valentina Romano (voce), Giuseppe Zuccarello (tamburelli, percussioni e violino) e Mario Spalletta (basso). Meglio questa serata o Ballando con le stelle di Rai1? Ed avete visto o ascoltato la Notte della taranta su Rai5 o su Radio3 Rai?

Cristiano De Andrè e l’estate in ricordo di Fabrizio De Andrè

Posted in Europa, Festival di Sanremo, Italia, Liguria, Musica folk, Pop with tags , , , , , , , , , , , , , , , on agosto 30, 2014 by Calogero Mira

«Bocca di rosa» di Fabrizio De Andrè secondo i Panòrm Band anche qui.

«Bocca di rosa» di Fabrizio De Andrè secondo i… di CalogeroM

 

Cristiano De Andrè in Sicilia «Nel bene e nel male», «Cose che dimentico» e «Dietro la porta» e, di Fabrizio De Andrè, «Nella mia ora di libertà» e «Creuza de Ma» (video ed altro video).

Non vi sembra nello stile del padre, Fabrizio, il testo di Cose che dimentico con il reparto intoccabili ed il girone degli invisibili? A me sì. E molto attuale ora sappiamo che è un delitto / il non rubare quando si ha fame in tempo di crisi economica.Interessante il riferimento a Lugano in Creuza de Ma, uscita dalla fucina nello stile dello scrittore-poeta, come si evince dai riferimenti al preservativo.

Quanto alla musica sapete che strumento usa Cristiano De Andrè in Creuza de Ma? Stupendo il pianoforte di Dietro la porta. Ed, infine, avete alcune versioni preferite, le cosiddette cover, di altri cantanti? Mai sentita quella di i Nottefonda?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: